Thursday, 13 February 2014

Cuori di vol-au-vent per San Valentino - Heart-shaped vol-au-vent for Valentine's Day



Se pensate di festeggiare San Valentino in casa, questi vol-au-vent sono un'idea carina, economica e veloce per iniziare la vostra cenetta romantica. Per preparare questo antipasto vi serviranno:

un rotolo di pasta sfoglia
2 stampini a forma di cuore (uno un po' più piccolo dell'altro)
gli ingredienti con cui decidete di farcire i vostri cuori (io ho usato una fonduta in vasetto per alcuni e mozzarella di bufala e speck cotto per altri).


If you are going to celebrate Valentine's Day at home, these vol-au-vent are a nice, cheap and quick idea to start your romantic dinner. To prepare this starter you will need:

rolled puff pastry
2 heart-shaped cutters (one bigger than the other)
the ingredients you decide to fill your vol-au-vent with (I used an already made fondue for some of them and mozzarella di bufala and cooked speck for the others)





Per prima cosa stendi la pasta sfoglia e ricava quanti più cuori possibili con lo stampino più grande. Su un altro foglio di carta forno, stendi la pasta sfoglia avanzata e ricava altri cuori. Con lo stampino più piccolo, ricava un cuore più piccolo all'interno di 2/3 dei cuori già tagliati. 2/3 perché, per ogni vol-au-vent, ti servirà un cuore grande e due bordi, ricavati rimuovendo il cuore più piccolo all'interno. 
Ti consiglio di fare i bordi utilizzando la pasta sfoglia stesa una sola volta, dal momento che cuocendo rimarrà molto più uniforme rispetto a quella stesa una o più volte con il mattarello. (Io non l'ho fatto, come si può notare dalle foto :P)

Una volta che hai 1/3 di cuori grandi e 2/3 di bordi, appoggia sopra ad ogni cuore intero due bordi, facendo attenzione che si attacchino (puoi aiutarti con un po' di acqua per farli aderire meglio).
Falli cuocere in forno a 180 gradi per circa 15 minuti e, una volta pronti, lasciali raffreddare per alcuni minuti. Se i cuori sono cresciuti troppo internamente, puoi forarli con i rebbi di una forchetta, di modo che possano contenere più ripieno. 
Farciscili con quello che più preferisci: se si tratta di fonduta o formaggio, come nel mio caso, rimetti in forno per altri 5 minuti, di modo che il ripieno si sciolga, altrimenti sono già pronti così! Vedrete che prepararli sarà facile e veloce. Buon appetito ;)


First of all unroll the puff pastry and cut as many hearts as you can, using the big cutter. On another sheet of baking paper roll out the left-over puff pastry and cut some more hearts. With the smaller cutter cut a heart inside 2/3 of the already cut hearts, because for every vol-au-vent you will need a big heart and two frames, made by removing the inner heart. 
I recommend that to make the frames you use the puff pastry rolled out just once, since that will be more even once cooked compared to that rolled out again with the rolling pin. (I didn't do that, as you can see in the picture :P)

When you have 1/3 of hearts and 2/3 of frames, place two frames on every heart, making sure that they stick together (you may need to use some water for that). 
Cook them for about 15 minutes at 180 degrees and, once cooked, leave them cool for a few minutes. If the hearts have risen too much inside, you can crush them with a fork, so that there is more space for the filling.
Fill them with what you prefer: if you use fondue or cheese as I did, put them in the oven for other 5 minutes, so that the filling melts, otherwise your romantic vol-au-vent are ready to be served! You will see how easy and quick this recipe is. Buon appetito ;)



Utilizzando altri stampini dei biscotti, per esempio a stella, a fiore o altro, potete preparare questi vol-au-vent per qualsiasi altra cena in compagnia... per un antipasto in stile poca spesa, tanta resa ;)

By using cutters with other shapes, you can prepare these vol-au-vent for any other dinner with your friends... nice and cheap, a lot of bang for your buck ;) 


Sunday, 26 January 2014

Vellutata di cavolfiori - Cauliflower velvet soup



Ho sempre sottovalutato i cavolfiori. Nonostante il mio amore per le verdure, ho sempre associato i cavolfiori a quel tipo di verdura che i bambini odiano e che in effetti non dev'essere così buono. Non ne ho mangiati per anni (forse 25??) fino a ieri, quando mia mamma me ne ha dato un po'. L'ho messo nel frigo e ho mangiato qualcos'altro. Stasera non avevo proprio nessuna voglia di cucinare, e non avevo neanche molta fame - stranamente. Ho visto il cavolfiore e ho deciso di bollirne un po'... già, una triste cena a base di verdure bollite (che poi, se condite con sale e del buon olio extra vergine di oliva, di triste non hanno proprio nulla). Mentre stava bollendo in acqua salata ho pensato: perché non passarlo al minipimer? Potrebbe diventare più invitante, magari addirittura per un bambino! Beh, proviamoci no? E quello che ne è venuto fuori è stata una vellutata davvero buona e gustosa, molto cremosa nonostante l'assenza di burro o panna. Solamente sale, olio extra vergine di oliva, una manciata di noci e tanto cavolfiore. Velocissima e buonissima, credetemi! E, come sempre, facile da digerire e sana ;)


Ingredienti per due:

500 gr di cavolfiore
sale q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
5 o 6 noci 





I have always underestimated cauliflower. Despite my love for vegetables, I have always associated it with the type of food kids hate and that it is probably not very nice indeed. I haven't eaten cauliflower for ages (maybe 25 years??) until yesterday, when my mum gave me some. I put it in the fridge and had something else. Tonight I couldn't be bothered cooking, and I wasn't very hungry either - weirdly. I saw the cauliflower and decided to boil some... yep, a sad dinner made of boiled vegetables (which - with some salt and good extra virgin olive oil - aren't sad at all, really). When it was cooking in salted water I had an idea: why not blending it into a velvety sauce? Would it become more appealing, even for a child? Well, let's have a go at it!... And what came out was a really nice and tasty soup, so creamy despite not using any butter or cream. Just salt, extra virgin olive oil, a handful of walnuts and loads of cauliflower. Super quick and yummy, trust me! And, as usual, easy to digest and healthy ;)



Ingredients for 2:

500 gr of cauliflower
salt to taste
extra virgin olive oil
5 or 6 walnuts

















Cuoci il cavolfiore in acqua bollente salata. Quando diventa morbido, togli un po' di acqua di cottura e lasciala da parte. Frulla il cavolfiore con la sua acqua di cottura e, se necessario, aggiungine ancora, fino ad ottenere una zuppa cremosa. Completa con un filo di olio extra vergine di oliva e le noci tritate grossolanamente. Tutto qui! Buona, a prova di bambino ;) Buon appetito!



Cook the cauliflower in salted boiling water. When it becomes soft, remove some of the water and keep it, as you may need it. Blend the cauliflower with its water and, if necessary, add some more, until it becomes a creamy soup. Garnish with a bit of extra virgin olive oil and chopped walnuts. Done! Tasty and childproof ;) Buon appetito!

No, non è l'unico piatto che ho in casa. Sì, è l'unico piatto decente che ho in casa - mi sono appena trasferita con Mr British e non ho ancora fatto il trasloco di piatti, bicchieri e cose varie per cucinare :)


Nope, it's not the only plate I've got at home. Yep, it's the only decent plate I've got at home - I've just moved with my Mr British and I haven't brought my plates, glasses and cooking stuff yet :)

Friday, 24 January 2014

Spaghetti alla crema di avocado - Spaghetti with avocado cream




Io amo l'avocado. Lo compro spessissimo e lo mangio quasi tutti i giorni. Mi piace così tanto che cerco sempre di inventarmi ricette diverse con questo ingrediente, anche se poi la semplicità spesso vince: una fetta generosa di avocado su un pezzo di pane e un pizzico di sale. Fantastico! L'avocado è un frutto (una verdura? un tipo di grasso? Va bene tutto!) che fa molto bene e dovrebbe anche avere un'azione antinfiammatoria, perfetta per il mio stomaco. Il problema è purtroppo sempre lo stesso... trovare un avocado se non buono, almeno decente! Mentre in Inghilterra, Paese in cui ho scoperto e mi sono innamorata dell'avocado, si trovano avocado maturi e gustosi in pressoché tutti i supermercati, qui in Italia i supermercati fanno a gara a chi vende il più acerbo e insapore. Così, quando ho comprato due avocado f-a-n-t-a-s-t-i-c-i in una bancarella davanti alla stazione di Brignole a Genova, ho pensato di provare una ricetta nuova, combinando l'avocado con un altra cosa che amo.. ebbene si, gli spaghetti! :)
E non spaghetti qualsiasi, ma spaghetti rigorosamente grossi, della marca Rummo, che come ho già detto trovo davvero eccezionale.




I love avocado. I buy it very often and I eat it almost every day. I like it so much that I always try to make new recipes with it, even if simplicity often wins: a good slice of avocado on a piece of bread and a pinch of salt. Amazing! Avocado is a fruit (or vegetable? type of fat? who cares!) which is also very good for you and it should have some anti-inflamatory properties too, perfect for my stomach. The problem is, unfortunately, always the same... finding a decent, let alone tasty and ripe, avocado! While in the UK, the place where I discovered and fell in love with avocado, every supermarket sells good avocado, here in Italy supermarkets seem to compete for selling the most unripe and flavourless avocado! So, when I bought two a-m-a-z-i-n-g avocado in front of Brignole station in Genova, I thought I should have tried a new recipe, combining the avocado with another thing I love... yep, my beloved spaghetti! :)
And not just any spaghetti, but some thick spaghetti by Rummo, a brand I find outstanding. 



Eccovi la ricetta di questi spaghetti alla crema di avocado, veloci da preparare e davvero ottimi (ne voglio ancora, ADESSO!). 


Ingredienti per due:

160 gr di spaghetti grossi 
80/100 gr di avocado maturo
un cucchiaio di pinoli
basilico
olio extra vergine di oliva
sale q.b.





Here's the recipe of these spaghetti with avocado cream, quick to prepare and really yummy (I want some more of them, NOW!).


Ingredients for two people:

160 gr thick spaghetti
80/100 gr of ripe avocado
a tablespoon of pine nuts
basil
extra virgin olive oil
salt to taste









Cuoci in abbondante acqua salata gli spaghetti grossi. In un piatto, schiaccia l'avocado con una forchetta e aggiungi un po' di acqua di cottura della pasta, fino a formare una cremina omogenea. È importantissimo usare un buon avocado maturo, ovviamente per il gusto ma anche per ottenere un sughetto cremoso. Aggiungi qualche foglia di basilico tagliata con le mani e, una volta cotti, gli spaghetti. Amalgama bene la crema di avocado con gli spaghetti e servi con una manciata di pinoli tostati e un filo di olio extra vergine di oliva.
Finito! Sano, multivitaminico e super buono! Buon appetito :)



In a large pot of salted boiling water cook your thick spaghetti. In a plate, mash the avocado with a fork, add some spaghetti water and mix until you get to an even cream. It's very important to use a ripe avocado, not only because it tastes better but because it gives a creamy sauce. Add some leaves of basil and your spaghetti. Mix the cream and the spaghetti and garnish with some toasted pine nuts and a tiny bit of extra virgin olive oil. Done! Healthy, full of vitamins and super yummy! Buon appetito :)






         Si, sono avocado-spaghettidipendente.
        Yep, I'm addicted to avocado and spaghetti.

Sunday, 12 January 2014

Involtini di frittata - Frittata rolls


Ho fatto questi involtini di frittata per il cenone di Capodanno. Abbiamo organizzato una cena a casa di amici in cui ognuno doveva portare qualcosa - per me la cosa migliore da fare a Capodanno, evitandosi così cene al ristorante esageratamente care e magari neanche tanto piacevoli. Tra le varie cose ho preparato questo antipasto che, se non propriamente light, è comunque cotto in forno e facile da digerire. Quando faccio una frittata cerco sempre di cuocerla in forno perché, non friggendola, rimane molto più leggera e digeribile e, a mio avviso, il gusto non ne risente troppo. Anzi, può anche fare una crosticina molto gustosa, cospargendola con un po' di pangrattato! Per questa ricetta non ho usato olio dal momento che presenta già un ripieno bello carico.

Ingredienti:
3 uova
2 cucchiai di latte (io ho usato quello di soia)
parmigiano a piacere
sale q.b.

Per farcire:
formaggio spalmabile (io ho usato quello Exquisa senza lattosio)
prosciutto cotto
rucola




I made these frittata rolls for the New Year's Eve dinner. We organized a dinner at a friend's house and everyone brought something - to me, the best thing to do for New Year's Eve dinner, avoiding an overpriced and maybe not so nice dinner in some restaurants. Among the other things I made this starter, which, even if not actually light, is cooked in the oven and easy to digest. I try to cook frittata in the oven all the times I make it, because, by not frying it, is lighter, easier to digest and tastes good. Indeed, you can bake a frittata and make it nice and crunchy by sprinkling bread crumbs on it! For this recipe I didn't use any oil as the filling is already very rich.

Ingredients:
3 eggs
2 spoons of milk (I used soya milk)
parmesan to taste
salt to taste

Filling:
cream cheese (I used lactose free Exquisa cheese)
ham
rocket





In una ciotola sbatti le uova e aggiungi gli altri ingredienti. Versa il composto su una teglia rivestita di carta forno. La frittata non deve essere troppo spessa, in modo che si possa poi arrotolare con facilità. 
Cuoci a 180 gradi per 15/20 minuti, dopodiché lasciala raffreddare. Una volta raffreddata, spalma uno strato non troppo spesso di formaggio su tutta la frittata, aggiungi qualche fetta di prosciutto e completa con un po' di rucola. È importante distribuire gli ingredienti su tutta la superficie della frittata in modo che non ci siano buchi una volta arrotolata. Attenzione però a non esagerare con le quantità, altrimenti sarà difficile arrotolarla. 

Una volta farcita, arrotola la frittata e fissala con degli stuzzicadenti, posizionandone uno per ogni fetta. Tagli quindi il rotolo di frittata tra uno stuzzicadente e l'altro (circa 1,5 cm) e servi. Buon appetito :)



In a bowl mix the eggs with the other ingredients and pour the mix in a tray covered in oven paper. The frittata shouldn't be too thick as it would be hard to roll it. Cook it for about 15/20 minutes at 180 (around 350°F), then let it cool. Once cooled, spread an even and not too thick layer of cream cheese and add some ham and rocket. It's important that the ingredients cover the entire surface of the frittata, so that when you roll it there are no holes. Be careful not to overfill it, otherwise it will be difficult to roll.

Once filled, roll the frittata and secure it with some toothpicks, putting one for every slice. Cut the frittata roll between a toothpick and another (about 1.5 cm, 0.6 inches) and serve. Buon appetito :)

Friday, 3 January 2014

Risotto leggero senza soffritto - Light risotto without mirepoix


Questo è un risotto-non risotto, nel senso che non prevede l'uso di brodo, burro né soffritto. È quindi molto leggero ma comunque gustoso e facile da digerire. 

This isn't a traditional risotto as there is no stock, butter nor mirepoix. It's very light and easy to digest but also very tasty. 


Ingredienti:
250 gr di zucca 
160 gr di riso (io ho usato il riso integrale biologico dell'Esselunga)
1 o 2 cucchiai di parmigiano
sale q.b.
olio evo q.b.



Ingredients:
250 gr of pumpkin
160 gr of rice (I used organic brown rice from the supermarket Esselunga)
1 or 2 spoons of parmesan
salt to taste
extra virgin olive oil to taste




In una pentola cuoci la zucca tagliata a pezzetti in acqua bollente fino a quando non diventa molto morbida. A questo punto non buttare l'acqua di cottura, che userai per la cottura del riso, rendendolo più gustoso rispetto all'utilizzo di semplice acqua. 


In un'altra pentola fai scaldare un po' di olio e acqua insieme e tosta il riso per un paio di minuti, continuando a mescolare. Aggiungi la zucca e fai cuocere il riso aggiungendo man mano l'acqua di cottura della zucca. Sala a piacere. Quando il riso è cotto, aggiungi un cucchiaio o due di parmigiano e lascia mantecare per un paio di minuti. Servi con un po' di prezzemolo. Per questa ricetta io ho usato il riso integrale ma si può usare anche il riso Carnaroli. Dato che ci sono pochi ingredienti è importante che siano di ottima qualità - se la zucca non sa di niente anche il risotto non sarà granché, visto che non ci sono brodo, burro e soffritto ad insaporirlo. È quindi una ricetta da fare quando la zucca è di stagione - adesso! :D - e possibilmente biologica, io ho usato quella dell'orto di mia nonna che è buonissima e cremosa! Buon appetito :)




Cut the pumpkin in small pieces and cook it in boiling water until it gets very soft. Don't throw the water away as you will use it to cook the rice instead of the stock. In this way your risotto will be easy to digest but tastier than using just water.

In another pot heat some extra virgin olive oil with some water, then add the rice and toast it for a couple of minutes. Add the pumpkin, salt and cook the rice, gradually adding the cooking water of the pumpkin. When the rice is done, add a spoon or two of parmesan and leave it sit (in italian we say mantecare, which means adding butter and parmesan to the risotto, turn the flame off and leave the risotto covered for a couple of minutes. This makes it creamier) Serve it with some parsley. For this recipe I used brown rice but you can also use Carnaroli rice, the best type of rice to make risotto. Since there are few ingredients it's important that they are high quality ingredients. If you use a tasteless pumpkin then your rice won't taste great either, because there is no butter, stock nor mirepoix to give flavour to it. It's thus better to make this risotto when the pumpkin is in season - now! :D - possibly using an organic pumpkin. I used that of my grandma's garden, so good and creamy! Buon appetito :)




Thursday, 2 January 2014

Crema di ricotta velocissima! - Super quick ricotta cream!



Questo dolce è velocissimo, si prepara in pochi minuti ed è anche sano perchè fatto con ingredienti genuini. Io l'ho preparato in due versioni:

Crema di ricotta in 2 minuti con 2 ingredienti:
ricotta q.b.
crema di nocciole e miele q.b.

Crema di ricotta in 10 minuti con 5 ingredienti:
ricotta q.b.
crema di nocciole e miele q.b.
nocciole, zucchero e acqua in quantità uguali



This dessert is super quick, it's ready in few minutes and is also healthy because it uses wholesome ingredients. I prepared it in two versions:

Ricotta cream in 2 minutes with 2 ingredients:
ricotta to taste
hazelnuts and honey cream to taste

Ricotta cream in 10 minutes with 5 ingredients:
ricotta to taste
hazelnuts and honey cream to taste
hazelnuts, sugar and water in the same amount



Ho comprato la crema di nocciole e miele alla Fiera dell'Artigianato di Milano dal produttore sardo ApinatH di Alberto Scarabelli di Masongiu in provincia di Oristano. Questa crema, vendutami come la nutella sarda :), è davvero buonissima; gli unici ingredienti sono 65% di miele e 35% di nocciole. Da brava piemontese amo le nocciole - e la frutta secca in generale - ingrediente che aggiungo a tutte le ricette, dagli antipasti ai dolci. Questa crema è perfetta da mangiare da sola o da mettere nel tè (lo addolcisce lasciando un ottimo aroma di nocciole), ma anche nella preparazione di dolci. Come metterei la frutta secca in tutte le ricette, lo stesso vale per la ricotta nelle preparazioni dolci... ecco come è nato questo dolce buono e velocissimo!



I bought this hazelnuts and honey cream at the Artisanal Fair in Milan. It's from ApinatH of Alberto Scarabelli, a Sardinian producer in the province of Oristano. This cream, sold as sardinian nutella :), is really good; the only ingredients being 65% of honey and 35% of hazelnuts. As a proper Piedmontese I love hazelnuts and dried fruit in general, ingredients which I use for everything, from starters to desserts. This cream is perfect eaten on its own or added to some tea (it makes it sweeter adding a hazelnuts flavour), but also added in desserts. In the same way I would add dried fruit to every recipe, I would use ricotta in every sweet recipe... that's how this yummy and quick cream came out!




Versione 2 minuti:
amalgama la ricotta e la crema di nocciole e miele fino ad ottenere un composto omogeneo. Non ho messo le quantità visto che mi sono regolata a gusto, man mano ho aggiunto la crema di nocciole fino a raggiungere la dolcezza desiderata.


2-minute version:
mix the ricotta and the hazelnuts and honey cream together until you get an even cream. I didn't specify the amount of the ingredients as I kept on adding the hazelnuts cream until I reached a good level of sweetness. 


Versione 10 minuti:
oltre ad amalgamare questi due ingredienti, a parte prepara delle nocciole caramellate, mettendo in una pentola a fuoco basso la stessa quantità di nocciole, zucchero e acqua. Cuoci fino a quando lo zucchero caramellato si è unito alle nocciole (5-6 minuti), poi fai raffreddare le nocciole sulla carta forno e infine servile sopra alla crema di ricotta. Buon appetito!


10-minute version:
besides mixing these two ingredients, make some caramelized hazelnuts, putting the same amount of hazelnuts, sugar and water in a pan. Cook them until the caramelized sugar sticks to the hazelnuts (5-6 minutes), then leave them cool for a while on some oven paper. Once cooled serve them on the ricotta cream. Buon appetito! 











Sunday, 29 December 2013

Panino vegano - Vegan ciabatta




Questo è uno dei miei panini preferiti, è fatto con le melanzane grigliate, basilico, olio extra vergine di oliva, avocado e pinoli... tutti ingredienti che adoro!! 
Mi piacciono tantissimo i pinoli che vendono da Waitrose in Inghilterra, infatti ogni volta che vado su ne faccio una bella scorta, oppure me li faccio portare da Greg, insieme ai Rich Tea, i miei biscotti british preferiti. Questi pinoli sono più piccoli rispetto a quelli che trovo di solito qui in Italia e sono mooolto gustosi!



This is one of my favourite sandwiches, it's made with grilled aubergines, basil, extra virgin olive oil, avocado and pine nuts... all ingredients that I love!!
I really like Waitrose pine nuts, indeed every time I go to UK I buy loads of them - or I ask Greg to get them for me, together with my beloved Rich Tea (I know, as he says I'm probably the only one in the world with such an insane passion for McVitie's Rich Tea :P ). These pine nuts are smaller than those I normally find in Italy and are extremely tasty!


Ingredienti:
Pane 
mezza melanzana grigliata
qualche fetta di avocado
basilico
pinoli
olio extravergine di oliva
sale



Ingredients:
Bread
half grilled aubergine
some slices of avocado
basil
pine nuts
extra virgin olive oil 
salt


Dopo aver grigliato le fette di melanzana, taglia il pane a metà e spalma l'avocado su una fetta. Se l'avocado non è abbastanza maturo, disponilo a fette. Aggiungi tutti gli altri ingredienti e completa con un filo d'olio e un po' di sale. Se preferisci, tosta il pane per renderlo più croccante - quello che faccio di  solito, ma avevo troppa fame in quel momento. :P
Buon appetito!



After grilling the aubergine, cut the bread in half and spread some avocado on it. If the avocado is not ripe enough, put it in slices. Add the other ingredients and finish with some extra virgin olive oil and salt. If you like, toast the bread to make it more crunchy. I usually do that, but I was too hungry then. :P 
Buon appetito!